Cortisolo e Stress

Il Cortisolo, conosciuto più formalmente come idrocortisone,  è un ormone steroideo, più specificamente un glucocorticoide prodotto dalla zona fascicolata della ghiandola surrenale. Il cortisolo è rilasciato in risposta a stress e a un basso livello di glucocorticoidi nel sangue. Le funzioni principali del cortisolo sono l’aumento di zucchero nel sangue attraverso la gluconeogenesi, la soppressione del sistema immunitario, degli aiuti nel metabolismo di grassi, proteine ​​e carboidrati e la riduzione della formazione delle ossa. Varie forme sintetiche di cortisolo sono usate per trattare una gran varietà di malattie.

Produzione e rilascio

Il cortisolo viene prodotto nel corpo umano dalla ghiandola surrenale nella zona fascicolata, il secondo dei tre strati che comprendono la corteccia surrenale. La corteccia è l’esterno di ogni ghiandola surrenale, situata sopra i reni. Il rilascio di cortisolo è controllato dall’ipotalamo, una parte del cervello. La secrezione di ormone che rilascia corticotropina dall’ipotalamo innesca un processo nella pituitaria anteriore che secerne un altro ormone, l’ormone adrenocorticotropo (ACTH), nel sistema.

Principali funzioni del Cortisolo nel Corpo

Il Cortisolo stimola la gluconeogenesi  (formazione, nel fegato, di glucosio da alcuni amminoacidi come il glicerolo, lattato e / o propionato) e attiva percorsi antistress e anti-infiammatori.

Il Cortisolo previene il rilascio di sostanze nel corpo che causano infiammazioni. Questo è il motivo per cui è usato per trattare le condizioni  quali le malattie infiammatorie, l’artrite reumatoide e le allergie. A bassa potenza, l’idrocortisone è disponibile come farmaco da banco in alcuni paesi, poiché è usato per trattare i problemi della pelle come le eruzioni cutanee, l’eczema e altri disturbi.


Il cortisolo svolge un ruolo importante nella glicogenolisi, la scomposizione del glicogeno in glucosio-fosfato e glucosio, nel fegato e nel tessuto muscolare. La Glicogenolisi è stimolata dall’adrenalina e / o dalla noradrenalina;  tuttavia il cortisolo facilita l’attivazione della glicogeno-fosforilasi, che è essenziale per gli effetti dell’adrenalina sulla glicogenolisi.

Elevati livelli di cortisolo, se prolungati nel tempo, possono portare alla proteolisi e all’atrofia muscolare.

Diversi studi hanno dimostrato un effetto lipolitico del cortisolo, cioè una ripartizione dei grassi, anche se in alcune condizioni, il cortisolo può sopprimere un po’ la lipolisi.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *